La ditta

La Redoute è più di un marchio, è una passione, una storia di generazioni. La Redoute accompagna le sue clienti nelle loro scelte di moda e nella creazione del proprio stile. Per tutte le donne che vogliono esprimere la loro personalità attraverso ciò che indossano, per una sempre maggiore emancipazione e genuinità dall’ispirazione parigina: naturalmente chic. Oh la mode !

La saga...

...dall'incontro di una famiglia, i Pollet, con una regione, il nord della Francia, é nata una filatura di lana che, nel corso del tempo, é diventata leader della vendita a distanza. Ritratto di una saga di moda..

LA REDOUTE, DAL 1837

Roubaix, 1837. È in questo anno che si scrive la prima pagina della straordinaria avventura de La Redoute. Joseph Pollet, nato in una famiglia di agricoltori, si stabilisce nella capitale della lana con sua moglie e i suoi figli. Il figlio di contadini, già fabbricante di tessuti, apre la prima filatura di lana pettinata. Inventa nuovi procedimenti, riduce i prezzi. Si dice che concili “varietà, buon gusto e prezzi bassi”. Le stesse caratteristiche che avrà l’azienda 170 anni più tardi

LA DINASTIA DEI POLLET

È il figlio Charles a prendere il testimone. Nel 1873, questi crea una filatura costruendo una fabbrica su un terreno che affaccia da un lato su rue de Blanchemaille e dall’altro su... rue de La Redoute. Da dove deriva questo nome? Da un bastione (una redoute in francese) che difendeva il castello di Roubaix, oppure da una sala spettacoli battezzata redoute (dall’italiano antico “Ridutto”, che indicava il foyer del teatro). Ci asteniamo dal risolvere la questione.

IL PRIMO CATALOGO

Il primo catalogo vede la luce nel 1928. Consegnato gratuitamente su semplice richiesta, risponde ai bisogni dei 600 000 clienti delle filature La Redoute. Un piccolo formato, 16 pagine, un quarantina di prodotti, tutti in maglia.
La redoute, une storia di moda

Lontano dai diktat, La Redoute ha sempre accompagnato le donne, permettendo loro di essere se stresse restando al passo con i tempi.
Chronologia di una storia di moda destinata a tutte le donne.

1960-1970 : Gli anni yéyé

Le stelle della canzone francese indossano capi La Redoute: da Sylvie Vartan a France Gall a Johnny Halliday...

1970-1980 : Gli anni della tv

Il catalogo de La Redoute è ormai fotografico e a colori. Dal maglioncino ai pantaloni a zampa d’elefante passando per l’abitino fantasia multicolore, ogni desiderio dei clienti è esaudito.

1980-1990 : Gli anni dei creatori

La Redoute, sempre in anticipo sulle tendenze, lancia un invito ai creatori. A partire dal 1985, i capi di Popy Moreni, Jean-Paul Gaultier, Marithé e François Girbaud sfilano nelle pagine del catalogo.

1990-2000 : Gli anni dell’haute couture

La Redoute conquista l’haute couture. Da Karl Lagerfeld a Yves Saint Laurent passando per Viktor & Rolf. Haute couture e piccoli prezzi : chi ha fatto di più?

2000 : Gli anni delle ambasciatrici di stile

La Redoute ama essere, non apparire. Le sue ambasciatrici le somigliano. Sono complici, amano condividere, sono di tutte le età e di tutti gli stili : Emmanuelle Béart, Vanessa Paradis, Laetitia Casta, Jane Birkin, Françoise Hardy...
La Redoute mode e stili di vita

Lo spirito de La Redoute

La donna della porta accanto, fresca e simpatica, positiva e viva.
La donna che ama la moda, senza essere una fashionista. La donna informale, che non si preoccupa troppo, con cui è piacevole chiacchierare. La donna unica, al tempo stesso emancipata e aperta, dinamica e intraprendente, che ha personalità, che osa senza nascondersi che ha fiducia in sé stessa...

Le marche interne

Mademoiselle R : una linea dagli accenti poetici. Un guardaroba femminile dal tocco retrò, attualizzato da materiali e colori contemporanei.
Soft Grey : una collezione “urban casual”, dai look moderni e diversi per tutti i giorni.
Laura Clément : una collezione chic, femminile, sofisticata
La Redoute incarna questa donna frizzante e viva e la accompagna nelle sue scelte di moda per aiutarla a creare il suo stile, ispirato ad una parigina : naturalmente chic !